Data realizzazione articolo: 12 Giugno 2012
Fornitore del prodotto recensito: Casa Amica
Sito web del produttore: www.berghoffworldwide.com
Piano cottura impiegato per la recensione: Bosch PIN675N14E
     
  Si ringrazia la ditta Casa Amica di Gubbio, per averci fornito in visione il prodotto impiegato per la realizzazione della seguente recensione.

La padella da 28 cm Berghoff serie Neo, è stata posizionata nella zona di cottura da 21cm ed il tempo impiegato per portare in ebollizione 0,5 LT di acqua è stato pari a 1 minuto e 59 secondi contro 1 e 32 secondi della nostra padella di riferimento.
 
     
 
         
Valori relativi al nostro campione di riferimento:
Rumore: Min in cottura 36 db / Max in fase di pre-ebollizione 40 db
Campo Magnetico: Min 0 µT / Max 0,01 µT
Strumenti impiegati: Lutron EMF-832 e Lafayette MSL-80
  36   40  
       
  0,0   0,01
         
 
     
  La padella realizzata in alluminio pressofuso, sfoggia un'estetica professionale ed elegante. Il manico, realizzato in resina fenolica, oltre a garantire un'ottima presa, offre la possibilità di poter essere rimosso con estrema facilità, in modo da poter impiegare il prodotto in forno. L'interno della pentola, composto da un resistente antiaderente in Ferno Ceramica a due strati, assicura qualità e durabilità, rendendo il prodotto particolarmente indicato per la cottura di piatti dietetici. Il fondo adatto all'induzione, è piuttosto piccolo per la categoria e misura 18,5 cm. Il peso del prodotto si attesta su 1.185 gr  
     
  Come è possibile osservare dalla galleria fotografica, il fondo della padella non ha subito alcuna dilatazione o deformazione dovuta ai test effettuati, rimanendo perfettamente uniforme e inalterato.  
     
 
                     
  10   10   10   8   10  
 
La padella serie Neo prodotta da Berghoff, grazie all'impiego del materiale antiaderente "Ferno Ceramic", al manico rimovibile, all'estetica davvero curata e all'eccellente confort acustico, meriterebbe il massimo dei voti. Sfortunatamente la valutazione finale è stata compromessa dai tempi di cottura, dove il prodotto è risultato penalizzato in termini di efficienza energetica, impiegando il 30% di tempo in più rispetto al nostro prodotto di riferimento.